Consigli di Daniela 

Come lavare e stirare un capo di lana, perché il capo non perda le sue caratteristiche ovvero morbidezza, volume elasticità ecc..

Come si lavora un capo di lana?
Si lavora sempre piuttosto stretto (no stoppa) vedere che la maglia sia unita e corposa (non ad effetto molla)In questo modo il capo di lana anche dopo i vari lavaggi e successivamente portandolo fa molti meno pelucchi.

Quando vengono i pelucchi?

il pelucchio in ogni caso appare essendo la lana una fibra naturale; in questo caso quando vaporizziamo la maglia con una macchinetta rasa lana risolvete il problema a meno che non sia una lana poco ritorta, in tal caso il problema resta.
Come si lava un capo di lana?
Sciogliere il detersivo per lana (usare poco prodotto, è importante che il detersivo faccia poca schiuma) in acqua tiepida ma non fredda, immergere brevemente la maglia che essendo una fibra naturale rilascia velocemente lo sporco.
Non strofinare mai ma strizzare bene ed immergere per 2 o 3 volte il capo nell'acqua , poi strizzare bene prima del risciacquo.
Ripassare con acqua tiepida indi immergere il capo 2 o 3 volte e strizzare bene.
Ora appoggiare il capo su un'asciugamano , stendere la maglia ed arrotolare l'asciugamano; afferrare tutto e strizzare bene con forza, stendere ad asciugare avendo cura di non lasciare pendere le maniche.
Il capo non va stirato ma vaporizzato quindi non appoggiare mai il ferro sul capo di lana,ma vaporizzare e appiattire con le mani.
Il capo appena stirato non va piegato subito ma appoggiato su una sedia in modo che lasci asciugare il vapore. Una volta ben asciutto piegarlo e riporlo: attenzione e' molto importante che il capo riposto sia asciutto perché si può infeltrire anche rimanendo nell'armadio.

 

CATEGORIE CREAZIONI
Apri categoria LAVORAZIONE LANA
LAVORAZIONE LANA (2)